Archivio della categoria: CCNL FEDERCASSE

Non c’è fretta per l’accordo di riorganizzazione delle Cra Trentine ed Enti collegati

Vi invitiamo a leggere il comunicato delle Organizzazioni Confederali che illustra le motivazioni che non ci hanno consentito di firmare “urgentemente” accordi con la Federazione delle Cooperative.

Uilca del Trentino
Segreteria Territoriale
Coordinamento Uilca Cra ed Enti collegati del Trentino

Comunicato Federazione

Casse Rurali, accordo raggiunto e sciopero revocato

Casse Rurali, accordo raggiunto e sciopero revocato

Verbale di accordo 23 1 2015 PROPOSTA1

Accordo tra Federazione e organizzazioni sindacali. Istituita una cabina di regia per monitorare il sistema ed affrontare le criticità. Il Trentino come laboratorio anche per la contrattazione nazionale.> a breve su broadcaster.it le interviste video al direttore della federazione Carlo Dellasega e al delegato sindacale della Federazione Michele Odorizzi> a breve sul sito cooperazionetrentina.it le foto dell’accordo e dell’assemblea con le casse rurali

Trento, 22 gennaio 2015 – La lunga giornata di dibattito sulla disdetta del contratto integrativo del credito cooperativo si è chiusa con un accordo tra le parti. Dopo che la federazione nazionale del credito cooperativo, Federcasse, ha deciso ieri di rinviare fino al 31 marzo la disapplicazione del contratto integrativo inizialmente prevista dal primo febbraio, oggi le organizzazioni sindacali, dopo un lungo confronto con la delegazione sindacale della Federazione trentina, ha deciso di revocare le otto giornate di sciopero inizialmente previste a sostegno della vertenza.

“Non solo. Un accordo tra le parti rilancia il Trentino come laboratorio per la contrattazione nazionale su alcuni istituti oggetto della vertenza”, ha affermato Michele Odorizzi, consigliere della Federazione delegato alla contrattazione.

Si costituirà un cabina di regia con il compito di monitorare il sistema e progettare soluzioni innovative, anche nell’ottica di aiutare la trattativa nazionale salvaguardando l’occupazione.

Da parte sindacale si sottolinea l’importanza dell’apertura del confronto negata inizialmente con la disdetta unilaterale. Questo permette di proseguire proficuamente le trattative a livello trentino, a salvaguardia dei lavoratori e della specificità del ruolo delle Casse.

 

 

Dott. Walter Liber
Responsabile Servizio stampa e comunicazione